MACERATA – Alla Domus San Giuliano la festa conclusiva del progetto organizzato dall’associazione Piombini-Sensini onlus che ha coinvolto mille bambini

I bambini raccontano … il gioco”: e chi meglio di voi bambini e bambine può riuscire a farlo? Il gioco è un po’ il vostro lavoro, l’attività che fate ogni giorno e che vi permette di imparare, di scoprire e di crescere. Lo sa bene l’associazione Piombini-Sensini onlus di Macerata, impegnata da oltre un secolo nella tutela e nella cura dell’infanzia ha organizzato anche quest’anno un progetto di sensibilizzazione e prevenzione primaria proprio dal titolo “I bambini raccontano … il gioco”. All’interno del progetto anche il concorso riservato agli alunni, chiamati a rappresentare il gioco attraverso quattro categorie di elaborati: disegno, testo, creatività manuale e cortometraggio e una commissione di esperti ha valutato i numerosi lavori prodotti dai bambini in base all’attinenza, all’originalità e all’efficacia della comunicazione.

Mercoledì nella Domus San Giuliano di Macerata, si è svolta la festa conclusiva del progetto con la cerimonia di premiazione delle 20 classi vincitrici e la consegna di un riconoscimento a tutti gli alunni partecipanti, naturalmente non mancherà la possibilità di giocare. L’iniziativa, con il patrocinio del Comune di Macerata e il riconoscimento dell’Ufficio Scolastico Regionale, ha realizzato un percorso, iniziato nel mese di novembre, con la partecipazione di ben sei istituti comprensivi – Enrico Mestica, Enrico Fermi e Dante Alighieri di Macerata, Vincenzo Monti di Pollenza, Beniamino Gigli di Recanati e Tortoreto di San Ginesio – con 64 classi di scuola primaria ed oltre mille bambini. Il tema del gioco è stato affrontato come attività fisica e manuale ad ampio coinvolgimento del Sé nella dimensione corporea, cognitiva ed emotiva.

NOTA PER GENITORI E INSEGNANTI – Attraverso il gioco i bambini hanno appreso il funzionamento del mondo esterno, di quello intrapsichico e relazionale. Il gioco è stato anche lo strumento attraverso il quale l’adulto si è messo in ascolto delle radici della propria infanzia così da poter aumentare la disponibilità autentica nel prendersi cura dei bambini.
Gli insegnanti hanno accompagnato gli alunni verso un’esplorazione del loro modo di giocare, andando a scoprire i mille volti della funzione ludica condivisa, rivalutando la dimensione socio-affettiva, soggettiva ed intersoggettiva del gioco all’interno del proprio percorso di vita e di ogni relazione educativa vissuta nella quotidianità. I genitori, che spesso smarriscono la capacità di giocare per mancanza di pratica, si sono allenati a riprendere una connessione più profonda con i propri figli attraverso il canale comunicativo e relazionale del gioco. Infine i bambini, hanno sperimentato come il gioco è lo strumento ideale per apprendere e rispettare le regole e per maturare nelle relazioni sociali; attraverso di esso hanno incontrato le proprie competenze, i propri limiti, sono riusciti a nominare emozioni e vissuti quotidiani, arrivando alle potenzialità dell’immaginazione e della creatività, dinamiche essenziali per consolidare la resilienza e l’autostima. L’Associazione Piombini-Sensini continua a dare voce al mondo dei bambini e ai loro vissuti emotivi, coinvolgendo gli adulti, insegnanti e genitori, nell’ascolto e nella cura.

VINCITORI – Categoria Testi
Classe I A, Scuola Primaria “C.Urbani”, Casette Verdini (lavoro collettivo);
Classe II B, Scuola Primaria “B. Gigli”, Recanati (lavoro collettivo);
Classe III, Scuola Primaria “D. Prato”, Macerata (lavoro collettivo);
Classe IV A Scuola Primaria “S. D’Acquisto”, Macerata con il testo di Francesco Paglialunga;
Classe IV B Scuola Primaria “S. D’Acquisto”, Macerata con il testo poetico di Ilaria Riccitelli, Rebecca Pasqualetti ed Alessia Addimando;
Classe V Scuola Primaria“Mameli”, Macerata (lavoro collettivo);
Classe V B Scuola Primaria “S. D’Acquisto”, Macerata, con i testi di Martina Tartabini e Giuseppe Caldarelli.

Categoria Disegni
Classe IA, Scuola Primaria “Mameli”, Macerata con il disegno di Serena;
Classe II B Scuola Primaria “Salvo D’Acquisto” Macerata, con il disegno di Daniele Perfetti;
Classe II, Scuola Primaria “S. Pertini”, Macerata (lavoro corale)
Classe III A Scuola Primaria“C. Urbani”, Casette Verdini con i disegni di Kadim Mbayee Francesca Mastropasqua;
Classe IV A Scuola Primaria“S. D’Acquisto” con i disegni corali di Maria Elena ed Alice Vecchi, e Marco-Nicolò-Qyli-Suleman-Gabbo-Vincenzo-Danilo;
Classe IV Scuola Primaria “Mameli”, disegni individuali nel lavoro di gruppo
Classe V B Scuola Primaria “S. D’Acquisto” con il disegno di gruppo.

Categoria Creatività
Classe I e II Scuola Primaria “Viale della Resistenza” , Ripe San Ginesio, (elaborato collettivo);
Classe II A Scuola Primaria “S. D’Acquisto”, Macerata (gioco di gruppo);
Classe II C Scuola Primaria “F.lli Cervi”, Macerata (elaborato collettivo):
Classe III A Scuola Primaria “Montessori”, Macerata (gioco di gruppo);
Classi III A e III B della Scuola Primaria “E.De Amicis” di Macerata (elaborato di gruppo)
Classe IVB Scuola Primaria “S. D’Acquisto”, Macerata con i giochi di Andrea Bini Fondatori di Argur e di Marco Strinati Potter Ring.

Categoria Cortometraggi
Classe II A Scuola Primaria “C.Urbani”, Casette Verdini
Classe IV A Scuola Primaria “Montessori”, Macerata

SCUOLA “FRATELLI CERVI” – Alla cerimonia ha partecipato anche la scuola Fratelli Cervi dell’ Istituto Comprensivo ” Dante Alighieri” di Macerata. La classe II C del è risultata tra le vincitrici del Concorso nella sezione creatività manuale.

«Grande la gioia di tutti i bambini, felici ed emozionati per la bella esperienza vissuta, per i premi ricevuti e per aver potuto partecipare alla festa di ieri dove hanno assistito anche ad uno spettacolo molto divertente fatto con le bolle di sapone – fanno sapere dalla scuola Fratelli Cervi
I bambini e le bambine della classe hanno partecipato sempre attivamente prima ai due seminari di preparazione sul tema del gioco, successivamente alla riflessione e alla realizzazione dell’elaborato esprimendo la loro fantasia, creatività e sensibilità.

Molto interessanti, coinvolgenti e arricchenti sono stati i seminari, organizzati per gli insegnanti delle classi partecipanti al Concorso, riconosciuti dall’Ufficio Scolastico Regionale per le Marche, una vera opportunità formativa.
Il sorriso dei bambini, il loro entusiasmo, la loro spontaneità sono segni e motivi di speranza per la costruzione di un mondo dove il Diritto al Gioco sia veramente di tutti i bambini nessuno escluso».

  • like it?
  • Categories:
  • 5 aprile 2018Date:
More sharing options

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *